Cheratocono Italia

www.cheratoconoitalia.tk


Non sei connesso Connettiti o registrati

SANITA': CHIRURGIA CORNEALE IN ETA' EVOLUTIVA, CONVEGNO AL BAMBINO GESU'

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Admin


Admin
(ASCA) - Roma, 27 ott - Trattare i bambini come gli adulti.

E' la nuova frontiera nel campo della chirurgia corneale in eta' evolutiva. Un numero sempre crescente di casi che riguardano i bambini viene ormai affrontato con tecniche chirurgiche e trattamenti fino a poco fa esclusivo appannaggio degli adulti. La chirurgia corneale nell'eta' evolutiva rappresenta infatti una formidabile opportunita' di cura. La diagnostica, le tecniche operatorie e la tecnologia in questi ultimi anni hanno portato novita' tali da innescare un processo di rinnovamento, lento ma radicale, che ormai comincia a condizionare anche l'approccio clinico iniziale.


Per questo l'Ospedale Pediatrico Bambino Gesu' di Roma ha riunito alcuni dei piu' grandi esperti a livello mondiale per il convegno ''La chirurgia corneale nell'eta' evolutiva'', in programma domani prossimo presso la Pontificia Universita' Urbaniana (via Urbano VIII, 16 - Roma). Il congresso, spiega una nota dell'ospedale, trattera' approcci innovativi in un incontro sull'eta' evolutiva, in quanto oggi si cominciano ad applicare ai bambini anche tecniche chirurgiche e trattamenti fino ad ora riservati a pazienti adulti. Alcune patologie, infatti, se trattate fin dal loro esordio - spesso quindi in fase di sviluppo - possono portare a risultati migliori.

Basti pensare al cheratocono (malattia che provoca una forte alterazione della cornea e che, se progressiva, ha come unica soluzione il trapianto di cornea), patologia che colpisce una persona su duemila e che spesso si manifesta dopo i 14 anni.

Una diagnosi precoce e l'applicazione di nuovi trattamenti, come il cross linking corneale (un trattamento a base di vitamina B2 e raggi ultravioletti i cui effetti combinati portano a un sensibile irrobustimento della cornea), potrebbero diminuire o ritardare il ricorso ai trapianti di cornea. Questo perche' in eta' pediatrica la percentuale di rigetti in caso di trapianto totale di cornea e' estremamente elevato: di 1 su 2. Grazie alle cheratoplastiche lamellari (una tecnica che permette di evitare il trapianto totale di cornea grazie alla sostituzione della sola porzione malata della cornea stessa) i rischi di rigetto vengono infatti drasticamente ridotti. Con questa tecnica - possibile tramite apparecchi tecnologicamente evoluti quali il laser a femtosecondi - la percentuale di rigetto precipita al 10%. Da gennaio 2010 presso l'Ospedale Pediatrico Bambino Gesu' sono stati effettuati 30 trapianti, di cui 20 pediatrici e, tra questi, 7 con tecnica lamellare.

res-map/sam/bra

(Asca)

Vedi il profilo dell'utente http://cheratoconoitalia.attiviforum.com

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum