Cheratocono Italia

www.cheratoconoitalia.tk


Non sei connesso Connettiti o registrati

Crosslinking in età avanzata: il medico risponde

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Admin


Admin
Salve. Vorrei gentilmente sapere la Vostra opinione relativa alla terapia CROSS-LINKING con Riboflavina per la cura del Cheratocono, e se è il caso di praticarla in un soggetto di 53 anni. Grazie.

Risposte:


Carissimo,
intanto dovrebbe dirmi lo stadio del cheratocono.
Terapia Cross - Linking per Cheratocono di 1° e 2° grado
Ogni tecnica chirurgica ha delle precise indicazioni, che sono state formulate dagli ideatori stessi delle metodiche, forti della loro esperienza personale. Non esiste una metodica unica capace di dare sempre e comunque, risultati eccellenti per ogni tipo di cheratocono. Sarà compito del chirurgo essere a conoscenza di tutte le tecniche oggi a sua disposizione, e saper usare quella migliore per ogni paziente che si rivolgerà a lui al fine di risolvere il suo problema.
Terapia parachirurgica, farmacologica, del cheratocono.
Recentemente la ricerca sul cheratocono ha prodotto una nuova terapia, molto promettente, che permetterebbe una stabilizzazione del cheratocono. Tale terapia è stata chiamata Cross Linking corneale. Numerosi sinonimi sono stati coniati, a seconda della lingua originale degli autori delle diverse sperimentazioni eseguite in diverse parti del mondo. Tali sinonimi sono: X-LINK, CCL, C3-R e Riboflavina associata a radiazioni ultra violette.
La tecnica risale, per i primi casi trattati, al 2000 ed è stata sperimentata in Germania, Svizzera, Stati Uniti d'America, Grecia ed, ultimamente, in Italia.
La metodica consiste, essenzialmente, nell'utilizzo di un collirio a base di Riboflavina (vitamina B2). Tale collirio viene fatto penetrare in tutti gli strati corneali e nella camera anteriore dell'occhio. La camera anteriore dell'occhio è quello spazio compreso tra la faccia posteriore della cornea e la superficie anteriore del cristallino.
Una volta che tale collirio penetra in queste strutture, l'occhio viene esposto ad una ben precisa dose di radiazioni ultraviolette di tipo A (U.V.A.).
Le radiazioni ultra violette hanno il potere di scindere la molecola di riboflavina in diverse componenti. Una di queste componenti è costituita da atomi di ossigeno e tali atomi andranno a collocarsi in ben definite parti del collagene corneale, formando dei "ponti" tra diversi strati del collagene stesso. Il ripetersi di tali legami in diversi parti del collagene e nei diversi strati di fibre di collagene, porterà ad un netto incremento della robustezza della cornea. Questo incremento di robustezza porta ad un arrestarsi della progressione del cheratocono.
Tale tecnica aveva, inizialmente, come indicazione, cheratoconi in fase evolutiva, ma con spessore corneale e curvature corneali tali da potere essere definiti come cheratoconi iniziali od, al massimo, di I ° stadio, in quanto in tali situazioni si aveva la certezza di due risultati fondamentali: l'arrestarsi del progredire della patologia ed il mantenimento della acuità visiva in possesso al momento del trattamento.
I risultati ottenuti, superiori alle più ottimistiche previsioni, hanno portato gli autori delle sperimentazioni ad utilizzare la metodica del Cross-Linking anche in casi più evoluti. In questi casi si è osservato l'arrestarsi dell'evoluzione del cheratocono, ma la capacità visiva, post trattamento, è risultata essere limitata dalla irregolarità della curvatura corneale presente al momento del trattamento.

Un caro saluto.
Prof.D.Siravo

fonte dica33it

Vedi il profilo dell'utente http://cheratoconoitalia.attiviforum.com
Gent. Prof. Siravo, la ringrazio della sua risposta riguardo alla terapia del cross linking. Ad ulteriore precisazione, sulla mia domanda sull'opportunità o meno dell'esecuzione dell'intervento su un soggetto di 53 anni, le preciso che il cheratocono diagnosticato è al III stadio.
La ringrazio ancora per l'attenzione che mi dedica e le porgo i miei saluti.
De Felice Vincenzo

Vedi il profilo dell'utente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum