Cheratocono Italia

www.cheratoconoitalia.tk


Non sei connesso Connettiti o registrati

E' PER TUTTI IL LASER USATO PER GLI ASTRONAUTI DELLA NASA

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Admin


Admin
(AGI) - Livorno, 24 giu. - Il laser degli astronauti della Nasa sbarca a Livorno e lo fa nel reparto di Oculistica dove nei giorni scorsi e' stato fatto il primo intervento "senza lama".
"Al momento siamo la prima struttura pubblica, nell'ambito della nostra Area Vasta - ammette con orgoglio Marino De Luca, direttore dell'Unita' operativa di Oculistica - ad eseguire questo tipo di intervento il cui uso e' stato recentemente approvato anche dalla Nasa per correggere i difetti della vista degli astronauti statunitensi. Si tratta di una forma molto avanzata della cosiddetta chirurgia refrattiva che riduce, fino ad eliminarli, difetti come la miopia, l'astigmatismo o l'ipermetropia, permettendo, nel contempo, un recupero visivo veloce e senza dolori o fastidi postoperatori". La nuova tecnica utilizza due laser diversi: uno per la creazione del lembo corneale (laser a femtosecondi) e uno per rimodellare la cornea sottostante e migliorare la visione (laser ad eccimeri).
"La novita' della procedura - continua De Luca - sta proprio nell'utilizzo del primo laser: se infatti nella tecnica convenzionale il lembo corneale viene creato con una lama chirurgica, la nuova tecnica utilizza solamente il laser, per questo viene chiamata All-Laser, offrendo una maggiore precisione e controllo, riducendo rischi e complicazioni.
Questo laser, in particolare, permette di essere ancora piu' precisi, sicuri ed efficaci, garantendo di ottenere esattamente cio' che serve in termini di ampiezza e spessore del lembo e quindi di qualita' della visione". Il laser a femtosecondi, cosi' chiamato perche' la durata di ogni impulso emesso dura proprio un femtosecondo ovvero un milionesimo di un miliardesimo di secondo, agisce all'interno della cornea producendo micro-bollicine. Queste vengono poi rotte, permettendo di sollevare il lembo e mettendo a nudo la parte sottostante di cornea da rimodellare per eliminare il difetto visivo. La procedura senza lama e' resa possibile dalle velocita' estremamente elevate degli impulsi che permettono una divisione dei tessuti a livello molecolare senza il trauma legato all'impatto e al calore. "Dopo l'introduzione della tecnica che prevede mini-drenaggi antiglaucoma - dice Monica Calamai, direttore generale dell'Azienda USL 6 di Livorno - e l'abbattimento dei tempi di attesa per l'operazione di cataratta, passati da alcuni mesi a pochi giorni, il reparto di Oculistica mette a disposizione dei cittadini un'ulteriore innovativa procedura. Credo che ancora una volta si possa dire di essere davanti a un altro fondamentale tassello dell'offerta di cure che l'Azienda mette a disposizione dei propri assistiti per avere una Sanita' piu' facile e piu' veloce". (AGI) .

Vedi il profilo dell'utente http://cheratoconoitalia.attiviforum.com

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum