Cheratocono Italia

www.cheratoconoitalia.tk


Non sei connesso Connettiti o registrati

IL MEDICO RISPONDE: LASER PER CORREGGERE LA VISTA DOPO IL TRAPIANTO

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Admin


Admin




Buonasera. vorrei chiedere un'informazione se è possibile.

Il cheratocono si sa, è una controindicazione alla chirurgia refrattiva laser, tuttavia mi sembra che ci siano opzioni come:
1)La possibilità del laser refrattivo dopo una cheratoplastica (anche se ovviamente la cheratoplastica è l'ultima spiaggia, e se ne ricorre quando non si riesce più a vedere bene con altri sistemi).
2)Le lenti fachiche (possono essere utli in caso di cheratocono?).
3)La possibilità di eseguire una PRK dopo un intervento di cross linking che mi sembra sia in studio (a proposito vorrei chiedere anche: le indicazioni per un intervento di questo tipo sono che il cheratocono verosimilmente non avrà più imprevedibili evoluzioni e che dopo sia cross linking che PRK residuino almeno 400 micron? E' così?).

Comunque, oltre a quelle in parentesi, la domanda principale che vorrei fare è questa: alla luce di opzioni come queste può essere possibile che anche un soggetto con cheratocono prima o poi possoa tornare a vederci bene a occhio nudo?

In attesa di una risposta porgo i miei più cordiali saluti e ringrazio molto per la disponibilità.







Risponde il medico

Dr. Antonio Pascotto


Specializzato in:
Oculistica

Esercita a:
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
ROMA (RM)

Referente d'area
Indice di partecipazione al sito: 122
indice medicitalia

Gentile signorina,

Proverò a rispondere punto per punto alle Sue questioni:

1. La possibilità del laser refrattivo dopo una cheratoplastica (anche se ovviamente la cheratoplastica è l'ultima spiaggia, e se ne ricorre quando non si riesce più a vedere bene con altri sistemi).

A distanza di molto tempo (direi almeno un paio d'anni), è possibile correggere con il laser ad eccimeri i difetti refrattivi che conseguono ad un trapianto corneale. Nel cheratocono, però, grazie all'avvento del cross-linking corneale, ci si aspetta che nel prossimo futuro i trapianti corneali diventino un'evenienza molto rara.

2. Le lenti fachiche (possono essere utli in caso di cheratocono?).

Si, soprattutto le lenti fachiche toriche, che correggono anche gli astigmatismi elevati tipici del cheratocono. Per le lenti fachiche non è necessario agire sulla superficie corneale (indebolita nel cheratocono).

3. La possibilità di eseguire una PRK dopo un intervento di cross linking che mi sembra sia in studio (a proposito vorrei chiedere anche: le indicazioni per un intervento di questo tipo sono che il cheratocono verosimilmente non avrà più imprevedibili evoluzioni e che dopo sia cross linking che PRK residuino almeno 400 micron? E' così?).

Si, si esegue un trattamento PRK "guidato" dalla topografia corneale, che tenga conto dell'irregolarità della superficie corneale dei soggetti con cheratocono. I parametri, orientativamente, sono quelli da Lei indicati.

4. Comunque, oltre a quelle in parentesi, la domanda principale che vorrei fare è questa: alla luce di opzioni come queste può essere possibile che anche un soggetto con cheratocono prima o poi possoa tornare a vederci bene a occhio nudo?

Si, è possibile, specie se il soggetto si è sottoposto tempestivamente al trattamento conservativo di cross-linking corneale, che consente di contenere i danni indotti dal cheratocono.

Cordiali saluti anche a Lei,
Buona domenica!


Dottor Antonio Pascotto
Chirurgo Oculista
www.OculisticaPascotto.it
FNT MEDICITALIAIT

Vedi il profilo dell'utente http://cheratoconoitalia.attiviforum.com

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum